Comunicazione, laboratorio, Lezioni, social media

Comunicazione e hacking

La terza settimana di corso si è aperta in modo entusiasmante: con un laboratorio di social media strategies grazie al quale abbiamo potuto analizzare il modo in cui realtà molto diverse tra loro si affacciano su social network come Facebook o Instagram e come li sfruttano in modo innovativo, piegandone le regole a loro vantaggio per comunicare la propria identità.
Realtà come Netflix che, per pubblicizzare le sue serie, le racconta calando i suoi personaggi nella realtà (ad esempio mostrandoci lo schermo dello smartphone della protagonista di Tredici), cercando la complicità dello spettatore attraverso improbabili quanto divertenti crossover con elementi della cultura pop del paese (come nel video che vede il noto conduttore di Art Attack Giovanni Muciaccia calato nel mondo del conte Olaf) o, prendendo in prestito il termine utilizzato durante il laboratorio, “hackerando” gli altri social (ad esempio mostrando una tipica mappa di Google Maps con il tempo di percorrenza indicato utilizzando il numero di episodi come unità di misura al posto del tempo).
Anche il Toronto Silent Film Festival ha sfruttato in modo innovativo i social, concentrando i propri sforzi su Instagram e riuscendo ad utilizzarlo in modi molto lontani da quelli originariamente previsti, trasformando la galleria delle foto in una timeline interattiva, in un puzzle da ricomporre o addirittura organizzando una escape room.
L’analisi di queste dinamiche è un passaggio (d)istruttivo fondamentale, che permette di capire le regole di ogni ambiente comunicativo e i modi di infrangerle: questo momento conoscitivo è di imprescindibile importanza non tanto per copiare quei metodi già applicati, quanto per ampliare la propria consapevolezza del mezzo e permetterci in futuro di trovare i nostri modi personali e inediti di hackerare il sistema.

La lezione del pomeriggio, tenuta dalla professoressa Vanna Boffo, ci ha dato una serie di elementi per riflettere sul mondo della comunicazione a tutto tondo, da cenni storici ad altri più indirizzati al mondo della formazione e della comunicazione professionale.
Ho trovato particolarmente interessante il concetto di mindfullness, un costrutto relativamente recente che indica la capacità di anticipare la conoscenza e le esigenze dell’altro attraverso una profonda conoscenza di noi stessi: d’altronde se c’è una cosa di cui sono sempre stato convinto è che una buona comunicazione non può che partire dalla consapevolezza di sé e da una sviluppata capacità empatica.
Ma la lezione della professoressa Boffo non si è limitata alla comunicazione in senso stretto, abbracciando in qualche modo anche aspetti di carattere sociologico e di analisi del mondo che ci circonda.
Un esempio è quello della parola dono, che nel nostro linguaggio quotidiano ha un significato ben specifico: quello di un regalo che presuppone una reciprocità.
Nell’antica Grecia esisteva un secondo termine, la parola munus, che stava ad indicare al contrario un’offerta disinteressata, che non richiede nulla in cambio. Questa accezione che oggi è andata perduta, permane nel nostro linguaggio in parole come comunità: questa è però una definizione che utilizziamo con molta cautela rispetto ad esempio alla parola società, perché presuppone una coesistenza e un mettersi in gioco con gli altri che non sempre siamo disposti a mettere in pratica.
Concetti e spunti di riflessione da approfondire e che si aggiungono come tasselli nel mosaico della mia mente, pronti ad essere composti e smontati in continuazione per creare immagini sempre nuove.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...